MyWeek NOW - Il valore delle routine (08/2017-01/2018)

MyWeek NOW - Il valore delle routine (08/2017-01/2018)

Messaggioda Bron ElGram » mercoledì 2 agosto 2017, 23:16


Immagine


E siamo a 96 settimane di “Nuova Routine”.
Un anno e dieci mesi di “abitudini quotidiane, lentamente acquisite per mezzo di pratica ed esperienza, al fine di migliorare la qualità dell’esistenza e permettere la realizzazione di progetti complessi”.
Credo sia giunto il tempo di un nuovo momento di riflessione per “fissare” successi e criticità di questo metodo, elaborato per affrontare la vita giunti i quarant’anni e terminati i ritmi battuti dagli studi istituzionali, dalla ristrutturazione delle case, dai rapporti familiari obbligati e dai tempi lavorativi dettati dal ruolo e dai datori di lavoro precedenti.

Si può sempre fare di più e meglio, ma sono soddisfatto di tutta una serie di scoperte fatte in questo periodo:

1) FITBAND. L’etologo russo Ivan Pavlov la sapeva lunga con i suoi “riflessi condizionati”… promossi a pieni voti i braccialetti hi-tech o gli orologi sportivi che tengono conto dei passi, delle attività, del sonno, dei battiti cardiaci, etc. Non immaginate quante volte, in questo anno e mezzo, dovendo scegliere tra ascensore e scale, opto per queste ultime per incrementare il numero dei miei trofei virtuali “performance”. Sono sciocchezze, ma dieci rampe di scale oggi, dieci domani, alla fine hai scalato una montagna invece di inchiattire poltrendo sui montacarichi!

2) ROBOT e CONSEGNA SPESA A DOMICILIO. E già che abbiamo parlato di oggetti altamente tecnologici, negli ultimi due anni abbiamo rinnovato e incrementato il “parco robot” che ci coadiuva nelle faccende domestiche: frigorifero, freezer e lavatrice più grandi e hi-tech regalano tempo, così come l’asciugatrice, i robot da cucina e -acquisto più recente- la scopa elettrica che aspira la polvere e lava/asciuga contemporaneamente il pavimento. Fantastica! Nell’elenco dei “risparmia-tempo” non può mancare anche il servizio di consegna a domicilio della spesa: compri il grosso online, fissi l’appuntamento e in dieci minuti ti sei recuperato un pomeriggio alla settimana perso per supermercati e centri commerciali (oltretutto risparmiando, perché compri solo ciò di cui hai bisogno, non permettendo alle sirene del marketing di irretirti con le loro visioni celestiali!);

3) CANE. Tornando al punto 1), anche adottare un cane (meglio se da un canile!) fa la differenza con la staticità di una vita sul divano o seduti davanti ai PC. Anche se si possiede un giardino, un'ora e mezza al giorno di passeggiata (in due o tre sessioni) permette di sgranchirsi le gambe, staccare dai problemi quotidiani, regalare tante emozioni al nostro peloso e fare un 3-5 km che, mal contati, sono 1.500 km l'anno. Non rappresenteranno un allenamento da maratoneta... ma pochi non sono!

4) RELAX ZONE IN HOME. Angoli dedicati alle piccole passioni in casa, per godersi degli attimi di svago lontani dal chiasso delle interazioni sociali obbligate, sono un toccasana impagabile. Certo i metri quadri e la struttura/location dell'abitazione fanno la differenza, ma è anche sufficiente una comoda poltrona in un angolo sulla quale leggere libri, fumetti o ascoltare la musica preferita. La nostra “Hoikos”, pur non rappresentando ancora la “dimora definitiva” (quella sarà, a suo tempo, l’“Eremo”), è stata strutturata negli ultimi 15 anni secondo questo principio: orto/giardino, voliera/acquari, studio, biblioteca, audioteca, cinema/ps4, camini con poltrone, palestra, solarium, barbecue, laboratorio, cantina e officina. Quando e se potrò un giorno, spero non troppo lontano, vorrei sostituire gli acquari con un laghetto zen e attrezzare un giardino d’inverno e una serra in stile liberty/steampunk.

5) RELAX ZONE OUT HOME. Quando l'aria di casa diventa pesante e si sente la necessità di interagire con persone, vedere nuove cose, vivere nuove esperienze... ecco che diventano importanti le associazioni culturali e sportive. In questi ultimi tempi, oltre il club delle api e quello del volo, ci siamo riavvicinati al mondo del tiro con l'arco e a quello dei cavalli. Sapere di poter andare quando vuoi nel verde a coltivare una passione tra persone che la condividono, ferma la regola che in quei luoghi non si parla di lavoro, non ha prezzo!
Inoltre, indipendentemente dai circoli, anche conoscere luoghi immersi nella natura e non troppo distanti da casa fa una grande differenza per migliorare la quotidianità: una passeggiata in un bosco, lungo un torrente, sulla sponda di un lago o lungo una spiaggia garantisce una ricarica impagabile. Queste vacanze mi hanno regalato la scoperta di stupende aree della Val Sangone che non conoscevo.

6) VEGETARIANESIMO e DIGIUNO SETTIMANALE. Sono 5 anni e ½ che abbiamo adottato progressivamente un regime alimentare vegetariano e ciò ha migliorato molto sonno, memoria, peso (ricordo che nel 2013 in piena crisi aziendale sono arrivato a 94 kg e oggi sono 81), digestione, atleticità, etc… Che poi è forse meglio dire "reduciano" (come ho letto sull’Huffington Post) invece di "vegetariano", poichè non mangiare assolutamente alcun animale è pressochè impossibile (vedi ad esempio la colla di pesce onnipresente) e -in certe occasioni sociali/lavorative- comporterebbe situazioni imbarazzanti o irrispettose. Diciamo quindi che ogniqualvolta sia possibile (ovvero nel 97% dei pasti!) evitiamo di mangiare carne e pesce, alla carne rossa -se proprio dobbiamo- preferiamo la bianca e del pesce quello azzurro, vongole, polpo e lumache...
Sono poi cinque anni che abbiamo tolto dalla dieta lo zucchero in favore del miele, evitiamo farina troppo raffinata, evitiamo il latte vaccino in favore di quello di capra e pecora, solo cioccolato fondente, autoproduciamo tutta una serie di alimenti e applichiamo la regola “colazione da re, pranzo da principe, cena da contadino”, etc.
Da quattro mesi, infine, abbiamo anche aggiunto "il martedì del digiuno" a scopo depurativo e per rigenerare la massa neuronale. Per 24/36 ore mangiamo solo un paio di frutti o un passato di verdura e beviamo moltissimo. Al momento non vedo conseguenze… ma sicuro non mangiare 52/78 giorni l’anno qualcosa comporterà sul lungo periodo!

7) FITNESS. Dopo anni trascorsi al lago di Avigliana, poi in piscina Rari Nantes e infine alla Palestra Musinè, nel 2015 ci siamo attrezzati una piccola palestra in mansarda. Per il primo anno e mezzo l’abbiamo utilizzata due/tre volte la settimana, abbiamo poi ottimizzato gli allenamenti alternando cardio a pesi/addominali/plank e arrivando a quattro sessioni settimanali… poi però lo stress lavorativo/familiare e questo meteo ormai tropicale folle, da sei mesi ci hanno rotto la regolarità e l’ozio sta avendo il sopravvento! Ho pensato quindi di iscriverci al club di tiro con l’arco come motivante (per rendere come arciere devi avere un buon allenamento generale) e sto prendendo in seria considerazione di iniziare a svegliarmi un’ora prima (cioè alle 5:00) per fare un’ora di allenamento la mattina al fresco due/tre volte la settimana. In più confido che l’autunno arrivi presto e con lui temperature più miti.

8) SPIRITUALITA’ ORIENTALE PSICOTERAPEUTICA e MATEMATICA. Da ormai più di due anni ho ripreso l’approfondimento della cultura orientale, in particolare di buddhismo tibetano, taoismo e zen. Sono studi che mi affascinano sin dall'adolescenza ma che ho coltivato ad intermittenza nel timore che potessero danneggiare la mia rendita negli studi istituzionali occidentali. Ora però ho finalmente un’età dove posso applicare la regola del “disapprendimento costruttivo” senza troppi danni sociale/economici e quindi chi mi ferma più? :D
Convinto che non potremo mai comprendere nel profondo, interagendo solo con libri, una cultura così lontana dalla nostra, sono però affascinato da alcuni aspetti che cerco di interiorizzare e di associare agli studi occidentali in materie affini. Ad esempio il buddhismo utilizzato come psicoterapia per gestire lo stress, l'analisi psicologica e psichiatrica del cervello (o meglio della neo corteccia cerebrale frontale) come una sorta di muscolo che può essere allenato tramite la concentrazione per gestire ansie, pippe mentali e comportamenti animaleschi di origine ancestrale dettati dall'amigdala. Oltre alla vicinanza del taoismo alla matematica binaria e alla meccanica quantistica o al concetto di "wu-wei" che, interiorizzato, permette di far coesistere tramite la concentrazione il piacere dell'attimo con la progettualità a lungo termine necessaria per sviluppare temi complessi.

9) UFFICIO Infine sta cambiando completamente il mio approccio al lavoro che, volente o nolente, occupa per 4 giorni e ½ la mia settimana standard. Accettata realisticamente la situazione aziendale del periodo, valutati benefici e limiti della mia posizione, riesco sempre più a farmi scorrere addosso la maggior parte delle frizioni. Mi forzo di non stare 9 ore al giorno seduto alla scrivania, non uso più l'ascensore, ho preso il cuscino Sissel e ottimizzo le pause pranzo scrivendo o proseguendo ricerche per scrivere i miei racconti o approfondire i miei studi. Cosa veramente importante... sono riuscito a diversificare le serate: prima durante la settimana lavorativa arrivavo a casa la sera distrutto e rinviavo al weekend ogni impellenza. Ora invece mi tolgo quasi tutte le impellenze infrasettimanalmente così da avere quasi ogni weekend libero per coltivare le mie passioni (tolta una mattina necessaria per pulire animali/giardino).

CONCLUSIONI
Tutto questo dovrebbe portarci a:
- ottimo peso forma e salute mentale;
- realizzazione e messa online del nuovo Eremo Virtuale tramite il quale mantenere rapporti con tanti amici lontani;
- pubblicazione dei miei racconti ambientati in MondOltre e di eventuale gioco collegato;
- realizzazione dell'Eremo Reale dove sviluppare ancor meglio studi, progetti, prototipi, esperimenti, etc.
- riduzione progressiva dell'impegno lavorativo istituzionale sino al dedicarsi totalmente alle sole cose che ci fanno stare bene: vita in campagna, cura di animali e piante, scrivere, disegnare, sperimentare e trasferire agli altri i frutti delle nostre esperienze.


NUMQUAM QUIESCERE
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13286
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

  • Condividi su
  •   Aiuta ad aumentare la popolarità di BroomGulf condividendo la pagina!
    Condividi su Facebook

Re: MyWeek NOW - Il valore delle routine (08/2017-??)

Messaggioda Bron ElGram » domenica 13 agosto 2017, 14:56


Immagine

Settimana 97 di routine
Finalmente dopo quasi due mesi di temperature tra i 35 e i 45°C sono arrivati i temporali che hanno fatto crollare il termometro. Fortunatamente le bombe d'acqua, i fulmini e le grandinate che hanno condito le piogge questa volta ci hanno risparmiati.
Al lavoro ultima botta prima che il mondo si faccia le due settimane di ferie, ma tutto ok.
Il gomito fa sempre meno male... e così questa settimana due lunghe sessioni di tiro con l'arco ce le siamo godute. Questa cosa di avere le chiavi del campo e gestirti in autonomia è fantastica.
Ho finito libro Monviso e, seguendone il solco, ho creato due pendagli di pietra verde. Ho letto diversi testi sul tiro con l'arco nudo, da caccia e istintivo. Ho anche raccolto le zucche: siamo partiti in anticipo, ha fatto molto caldo e così il ciclo vegetativo è finito due mesi prima! Incredibile vedere vendemmiare e le prime castagne cadere mature il 10 di agosto! :shock:
Mi sono rimesso secco a scrivere il nuovo forum in wordpress ma la voglia è poca, questi sbalzi di temperatura mi fiaccano. Cmq ho backuppato e statisticato tutto... ora non più scuse! :D
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13286
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

Re: MyWeek NOW - Il valore delle routine (08/2017-??)

Messaggioda Bron ElGram » domenica 20 agosto 2017, 11:05


Immagine

Settimana di routine 98.
Siamo quasi a 100, non vuol dire nulla (anche perchè usassimo altro sistema di computo, manco ti accorgeresti del 100! :P ) però le tre cifre fanno sempre il loro effetto! :D
Questa estate sta passando veloce tra pochi effetti speciali e tante profonde riflessioni obbligate dal rincorrersi di informazioni ed eventi devastanti: morti (soprattutto coetanei e giovani), malattie, interrelazioni con anziani fuori di testa o ben presenti a se stessi e per questo rabbiosi, terrorismo, crisi, lavoro (che tutti dicono in ripresa ma io vedo la mia sede sempre più marginale e quindi con chissà quale futuro!)... sono cose che consumano lentamente.
Bisognerebbe cambiare aria per un po'... ma non potendo... per non farci consumare allora ci concentriamo (o cerchiamo di farlo) sulla metà piena del bicchiere: personalmente va tutto bene e, al momento, non ci sono problemi degni di nota. Con l'arco è una meraviglia (questa settimana ho tirato 2 volte alle sagome 3d ed è uno spettacolo!), in ufficio è tutto tranquillo quindi sereno, pelosi/piumosi/squamosi stanno bene, OrizonZeroDawn è un bel gioco... cosa volere di più? Domani oltretutto dono il sangue così mi faccio altro ponte lungo! :D
Devo solo sbattermi di più per il sito... ma in questo periodo cerco di godermi il sole e non riesco a trovare la voglia di stare decine di ore seduto al PC.
Piano piano le temperature calano e si riuscirà a fare più palestra e a smanettare di più per mettere online il sito e pubblicare il libro. Tempo al tempo. ;)
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13286
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

Re: MyWeek NOW - Il valore delle routine (08/2017-??)

Messaggioda Bron ElGram » domenica 27 agosto 2017, 17:27


Immagine

Settimana di routine 99.
Al solito ormai settimana corta... lunedì dono sangue e venerdì solo un giro veloce la mattina in ufficio! :D Due sessioni allenamento tiro con l'arco (molto soddisfacenti, poter disporre di campo e palestra da soli è fantastico), finito "alla buona" Horizon Zero Dawn (capolavoro, fatto 60% e poi visto filmati su YouTube così lo restituisco... poi lo ricomprerò più avanti di seconda mano da GameStop), lavorato sul nuovo sito e iniziato a leggere un nuovo testo, più "tecnico", sul buddhismo tibetano.
Avanti così.

Memo:

ARTICOLO "L'INDAGINE, 1 ITALIANO SU 3 TORNA DALLE FERIE PIÙ STRESSATO"
Vero. E' la nostra grande conquista di queste vacanze 2017: mettiamola che sino al 2014 le vacanze -seppur con gite o viaggi- sono sempre state occupate mentalmente da esami/tesi università e da ristrutturazione/arredamento casa. Nel 2015 abbiamo fatto 4.000 km in 2-3 mesi nella frenesia di rivedere luoghi e persone che non vedevamo da anni e siamo tornati stanchissimi. Nel 2016 abbiamo affittato la villa sulla collina di Alba, ma mentre eravamo lì di gite ne abbiamo fatte tante e ogni 3-4 gg si tornava a casa per animali/piante quindi idem siamo tornati stanchi come eravamo partiti. Qs anno invece abbiamo intervallato, tolte le solite gite in Valle e nel Brianconnais, giorni in ufficio con giorni a casa facendo -di fatto- quasi 4 mesi di quasi ferie e devo dire che mi sento proprio rilassato. Non avendo aggiunto o sostituito stress a stress, quello accumulato è un po' scemato ed è stato sostituito da relax rigenerante. Spero sia una buona molla per avanzare rapidamente nello sviluppo dei nostri progetti in autunno/inverno!

RECENSIONE HORIZON ZERO DAWN
Finita la trama principale di Horizon Zero Dawn. Per essere precisi ho giocato tutto sino alla disattivazione del Collolungo di Tramonto nel territorio Carja poi, incuriosito dallo scoprire come si sviluppa quest'epica trama, valutando che per distruggere gli ultimi boss dovrei fare un tot di missioni secondarie per potenziarmi e dovendo poi anche restituire il gioco imprestatomi, ho deciso di vedermi la fine nei filmati su YouTube. E devo dire che si tratta di una trama proprio epica.
In realtà questo gioco non inventa nulla di nuovo. Piuttosto ricompone tutto quello che abbiamo già visto negli anni (culture araba, vichinga, celtica, indiana, inuit, tibetana, dinosauri, matrix, far cry primal, etc etc) in un qualcosa di meravigliosamente armonico e bilanciato... un piacere per chi ama le trame complesse, per chi ama la giocabilità, per chi ama la grafica portata ai massimi livelli, per chi ama le musiche e gli effetti sonori indimenticabili e per chi ama personaggi caratterizzati in modo eccellente. Tra questi ultimi mi hanno colpito moltissimo, forse perchè risvegliano in me quella sorta di immedesimazione che è alla base di gran parte di letteratura e cinematografia, Roth e Sylens.
Non dico altro per non rovinare la festa a chi non l'ha ancora iniziato o finito... ma posso solo dire che ci troviamo di fronte a uno dei migliori titoli open world mai realizzati. Imperdibile. Grandi i Guerrilla Games di Amsterdam!


----
Re: Riflessioni da: Dalai Lama "Conosci te stesso"

Immagine

Qual è la causa di tutti i problemi del mondo? Le nostre emozioni controproducenti. Una volte insorte ci danneggiano in superficie e in profondità.

Qual è la causa primaria delle emozioni afflittive su cui possiamo indirizzarci in maniera più utile? Bramosia? Odio? Tutte dipendono dall'Ignoranza della vera natura delle cose. Le pratiche che ci insegnano a eliminare tale ignoranza vanno a tagliare alla radice tutte le emozioni afflittive. Si tratta del sono straordinario dell'Intuizione.

Al fine di dare vita a uno stato che ci permetta di avvicinarci alla realtà fino a coglierla in profondità, dobbiamo prima di tutto correggere le nostre idee erronee sull'esistenza.

L'ignoranza non è solamente una mancanza di conoscenza, ma è un fraintendimento effettivo della natura delle cose, che parte dall'assunto erroneo che persone e cose esistono in sé e per sé, in virtù della loro natura.

Nel buddhismo parliamo di "Vacuità", ma se non capisci che le persone attribuiscono erroneamente alle cose un'esistenza intrinseca, ti risulterà impossibile comprendere la vacuità.

Comprendere il modo in cui esisti realmente e chi sei effettivamente, senza la cappa della falsa immaginazione, è l'argomento principale di questo libro.

Gli scienziati ci dicono che più esaminiamo da vicino le cose e più è probabile che troviamo lo spazio vuoto. Dipendendo dalle apparenze, l'ignoranza sovrimpone alle persone e alle cose un senso di concretezza che in effetti non c'è.

L'Ignoranza vede i fenomeni - che in realtà non esistono in sé e per sé - come se esistessero indipendentemente dal pensiero.

Identificare questa falsa apparenza delle cose e riconoscere il nostro tacito assenso a una simile illusione sono i primi passi verso la comprensione che noi e gli altri esseri e tutti gli oggetti, non esistiamo così come appariamo. Non esistiamo affatto in modo tanto concreto e autonomo.

>>> MIE RIFLESSIONI:
- Se siamo polvere di stelle tenuta insieme da energia elettromagnetica e lo scopo dell'esistenza è finire di reincarnarsi/riaggregarsi ottenendo l'onniscenza... l'usanza occidentale di chiudere i corpi dei nostri cari in feretri zincati stagni è controproducente perché rallenta le tempistiche di illuminazione!
- Di fatto l'osservazione del Dalai Lama sulla vacuità è più che opportuna, vedi tutti gli studi letti negli anni sulla relatività dei colori (ognuno di noi vede sfumature diverse e i nomi attribuiti sono solo convenzionali, sino agli eccessi dei daltonici) e sulla materia che in realtà è "vuoto" che pare "pieno" dal riflesso della luce sugli atomi/elettroni che si muovono velocissimi.
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13286
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

Re: MyWeek NOW - Il valore delle routine (08/2017-??)

Messaggioda Bron ElGram » domenica 3 settembre 2017, 17:11


Immagine

Settimana di routine 100!
Non significa nulla di particolare, ma per una cultura che ha scelto il sistema decimale come punto di riferimento, le tre cifre fanno sempre il loro effetto! :D
Così siamo a quasi 2 anni che ci siamo dati questa nuova ruotine, già modificata nel tentativo di migliorarla, un due/tre volte.
Questa settimana al lavoro è stato uno scialo: sono rientrati colleghi dalle ferie ma non ci sono ancora i direttori e quasi tutte le agenzie sono chiuse, così ho potuto mettere un po' di ordine tra i documenti e dedicarmi un po' a un'impellenza che, alla luce della ventina di morti viste nell'ultimo trimestre, dal livello di priorità "ci penserò poi" é passata a "meglio che lo faccio presto"... ovvero il testamento, documento pesantissimo da redarre (almeno da un punto di vista psicologico) ma utile e necessario per limitare i problemi a chi rimane, avvenisse mai l'evento nefasto all'improvviso.
Per il resto... un po' di fastidi con auto/Poste, quache magagna burocratica ma anche il piacere di aver revisionato gli archi con una tecnica competente e l'aver creato delle frecce arancio per tirare nel campo alle sagome. Infine ho lavorato molto sul sito e proseguito la lettura impegnativa del primo testo del Dalai Lama. Tutto ok quindi! Domani riprenderà il lavoro più intensamente ma, primo, mi sento molto più riposato degli altri anni, e, secondo, da venerdì prox ci sono altri 10 gg di ferie quindi di cosa preoccuparmi... le ferie mica quindi sono ancora finite! :D NUMQUAM QUIESCERE
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13286
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

Prossimo

Torna a 4a. Progetti e report di Esplorazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti