Vittoria, la ragazzina che in camicia da notte vide tutti in

Raccolta di materiale utile allo sviluppo di MondOltre

Vittoria, la ragazzina che in camicia da notte vide tutti in

Messaggioda Bron ElGram » giovedì 24 maggio 2018, 19:43


Immagine



Vittoria, la ragazzina che in camicia da notte vide tutti inginocchiarsi e capì d’esser diventata regina
Nella splendida biografia del saggista britannico Lytton Strachey, la vita della sovrana inglese nata il 24 maggio di 199 anni fa


«Questa bambina, che veniva al mondo in circostanze così poco originali, non suscitò da principio molta attenzione; e invero poche ragioni vi potevano essere allora per prevedere il suo straordinario avvenire».

Comincia così «Queen Victoria» la splendida biografia del saggista britannico Lytton Strachey, che racconta la vita della sovrana inglese nata in questa data - 24 maggio - di 199 anni fa.



Secondo calcoli del quotidiano inglese The Telegraph, Vittoria fu sovrana per 23.226 giorni, 16 ore e 23 minuti e quando regnava, l’Impero britannico raggiungeva il suo momento di massima espansione: governava su un quarto delle terre emerse e dei popoli del pianeta.



I 64 anni di regno sono stati forse i più felici della storia d’Inghilterra. Nelle sue mani, l’Impero Britannico si era trovato incredibilmente accresciuto, la flotta militare e mercantile vantava il primo posto nella graduatoria mondiale. La Victoria Age fu un epoca di prosperità sostenuta da un’estrema intransigenza nella morale e nei costumi.



Il 20 giugno 1837 morì il Re Guglielmo IV, lasciando il trono a sua nipote Vittoria, appena diciottenne. Racconta Strachey: «L’Arcivescovo e Lord Conyngham ordinarono una carrozza e si fecero portare a spron battuto da Windsor a Kensington. Arrivarono a Palazzo che erano le cinque del mattino: e non fu facile ottenere di essere introdotti. Alle sei la duchessa svegliò sua figlia e le disse che erano venuti l’Arcivescovo di Canterbury e il Lord Ciambellano, che desideravano di vederla. La fanciulla si alzò, si mise la veste da camera e andò sola nel salotto, dove i due messaggeri attendevano in piedi. Lord Conyngham si inginocchiò e annunciò in termini di cerimoniale la morte del re; l’arcivescovo aggiunse poi qualche particolare sulla fine. Alla vista di quei signori inginocchiati davanti a lei, che le parlavano sommessamente, ella capì di essere la Regina d’Inghilterra».



«Sono ancora molto giovane, e forse in molte cose, per quanto non in tutte, sono ben inesperta; ma son sicura che pochi hanno maggior buona volontà e sincero desiderio di fare quel che conviene ed è giusto, di quel che ne ho io», scriverà la Regina quel giorno nel suo diario.



Il 6 febbraio del 1952, 115 anni dopo l’incoronazione della regina Vittoria, una donna tornò a salire sul trono di Gran Bretagna, con un nome, Elisabetta, portato dalla famosa figlia di Enrico VIII quattro secoli prima. Pur avendo regnato in epoche così diverse, Vittoria ed Elisabetta II, le due regine più longeve della storia del Paese, secondo la storica inglese dell’Università di Buckingham, Jane Ridley, hanno una peculiarità comune: «il carattere di entrambe è stato plasmato dall’essere regina. Chi altro continua a lavorare fino quasi a 90 anni, all’apparenza senza lamentarsi e col sorriso sulla bocca, e senza poter andare in pensione?».

http://www.lastampa.it/2018/05/24/socie ... agina.html
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13287
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

  • Condividi su
  •   Aiuta ad aumentare la popolarità di BroomGulf condividendo la pagina!
    Condividi su Facebook

Torna a 5. Box Info per Personaggi MondOltre

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron