Kokedama

Piante da appartamento, bonsai, piante da balcone e da terrazze, fiori recisi e fiori secchi, idrocoltura, piante grasse, cactus, succulente e carnivore, etc.

Kokedama

Messaggioda Arihanna ElGram » martedì 30 settembre 2014, 9:35


Piante appese al soffitto con dei fili quasi invisibili. Una soluzione utile? Forse. Affascinante? Decisamente sì!
Il kokedama è un'antica tecnica giapponese per coltivare le piante utilizzando particolari sfere da appendere nell'ambiente. Per cimentarci nell'impresa anche a casa nostra, dobbiamo scegliere delle piante che prediligono l'ombra o la penombra, preparare un terriccio composto da sette parti di terriccio universale e tre di terriccio per bonsai chiamato akedama.
Immagine
Inumidiamo il terriccio in modo che incominci ad attaccarsi e formiamo una sfera compatta. Inseriamo la piantina in un piccolo buco nella sfera e lo chiudiamo bene. Avvolgiamo la sfera con del muschio fissandolo con un filo sottile. Infine leghiamo il kokedama a dei fili sottili e lo appendiamo al soffitto. Fatto! Semplice, no? Vi chiederete come si fa ad annaffiare un'installazione del genere? Basta sfilare la sfera, immergerla per dieci minuti in un recipiente d'acqua in modo che il muschio e il terriccio si imbevano d'acqua, lasciare asciugare un po' e rimettere tutto a posto. Le piante vanno anche nebulizzate ogni giorno con l'acqua.
Immagine
C'è gente che di questa tecnica ha fatto il proprio lavoro. Andate a vedere il sito di String Gardens, opera dell'artista olandese Fedor van der Valk. Le piante sono sospese nell'ambiente e oltretutto crescono anche rigogliose - infatti riesce anche raccoglierci della frutta. E gli alberelli fioriti - sono deliziosi! O le annuali da giardino, con l'erba ... Oppure la clematide e la rosa rampicante - un sogno che ripaga dell'impegno necessario per realizzare l'impresa.
Beh, almeno le orchidee meno delicate, i cactus, le succulente e le bulbifere dovrebbero essere alla portata di tutti gli amanti delle piante che conoscono almeno l'ABC del giardinaggio.
Con questa tecnica possiamo coltivare tanto le annuali quanto le perenni, le bulbifere e le orchidee, ma possiamo provare anche con gli arbusti e gli alberelli, considerando ovviamente le restrizioni della natura (presumo che non vi metterete a coltivare un tiglio o un abete - o no?)
Questa forma di giardinaggio verticale è adatta a tutti coloro che hanno poco spazio per le piante in vaso o le fioriere in quanto si possono sfruttare gli spazi senza piani d'appoggio. L'effetto è quantomeno particolare e si addice anche ai locali pubblici più trendy.
Una dritta: con questa tecnica potremmo coltivare le piante rustiche reperibili in natura, ad esempio una pratolina. Si tratta di piante con poche pretese e non dovremmo avere problemi a realizzare i nostri esperimenti. Quindi potremmo provare con ...
... il giglio di Sant'Antonio. Utilizzando una lenza un giardino sospeso di questo genere sarà ancor più stupefacente.
http://www.casaetrend.it/blog/1956/koke ... appendere/
Avatar utente
Arihanna ElGram
Guardiano
Guardiano
 
Posts: 4075
Iscritto il: venerdì 4 gennaio 2013, 11:58

  • Condividi su
  •   Aiuta ad aumentare la popolarità di BroomGulf condividendo la pagina!
    Condividi su Facebook

Torna a 3d. Verde domestico

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron