DataBase MyBooks (dal 22.07.2014)

Informazioni generali sul Progetto KuboSphera e sul Medaglione-Talismano di Bron ElGram, oltre a una raccolta (indicativamente personale, per la consultazione in remoto) di database e archivi che permettono di monitorare lo sviluppo della componente materiale del progetto.

Il programma dell'Universo Il cosmo come uno sconfinato comp

Messaggioda Bron ElGram » domenica 1 luglio 2018, 17:42


Immagine

Il programma dell'Universo
Il cosmo come uno sconfinato computer
di Seth Lloyd | Editore: Giulio Einaudi - Le Scienze

E se le leggi della fisica fossero programmi, e l'universo un immenso computer quantistico che elabora se stesso senza soluzione di continuità? È questa l'originale tesi che Seth Lloyd illustra nel suo libro Il programma dell'universo, che troverete in edicola con il numero di luglio di «Le Scienze».Tra i pionieri del computer quantistico, Seth Lloyd è professore di ingegneria meccanica al Massachusetts Institute of Technology, e fu il primo, all'inizio degli anni novanta, a proporre un'idea di computer quantistico tecnologicamente realizzabile, una decina d'anni dopo che Richard Feynman ne aveva esposto i principi fisici fondamentali. A Lloyd va anche il merito di aver dimostrato che qualsiasi computer quantistico è un simulatore quantistico universale. In altre parole, scrive, «i computer quantistici sono in grado di replicare ogni possibile comportamento di un sistema fisico». Non più una macchina per fare calcoli, dunque, ma un sistema complesso capace di simulare la realtà fisica.Di qui a elaborare una visione del cosmo come un computer quantistico, rovesciando semplicemente il concetto, il passo è breve. D'altra parte, per quanto ne sappiamo oggi, la spiegazione ultima della realtà fisica è data dal modello standard, la teoria che descrive le forze che agiscono nel mondo subatomico e le particelle elementari su cui operano. Perciò, sostiene Lloyd, possiamo pensare al modello standard come al programma che l'universo sfrutta per calcolare in ogni istante ogni sua componente.All'inizio della sua attività, quasi 14 miliardi di anni fa, il computer universale ha prodotto strutture semplici, ma con il passare del tempo ha cominciato a elaborare oggetti sempre più complessi: dai campi quantistici alle molecole, dalle stelle alle galassie, dai batteri agli esseri umani. Con una velocità che, ai giorni nostri, dovrebbe essere di circa 10105 operazioni al secondo: roba da far impallidire il più veloce dei computer costruiti dall'uomo.La tesi di Lloyd, peraltro, si applica a qualunque sistema fisico. Ogni corpo, nella sua visione, è un aggregato di informazione. E l'esempio più «esotico» di computer quantistico immaginato dal professore del MIT sono i buchi neri (si veda l'articolo Computer a buchi neri, di Seth Lloyd e Y. Jack Ng, in «Le Scienze» n. 437, gennaio 2005).Per quanto l'ipotesi di Lloyd possa apparire ostica, l'autore non lascia mai solo il lettore mentre delinea l'affascinante scenario proposto dalla sua teoria, che rappresenta un radicale cambiamento di paradigma per la fisica moderna, e che d'altra parte ha già trovato parecchi sostenitori tra i fisici: ne è un esempio Anton Zeilinger, altro specialista della fisica quantistica, che abbraccia l'idea della fisica come elaborazione di informazione proprio in Il velo di Einstein, in edicola con questo numero di «Le Scienze».L'immagine che la fisica tradizionale ha dell'universo è di tipo meccanicistico. La metafora più diffusa è quella della macchina, che ha portato a straordinari successi in tutte le scienze, dalla fisica alla biologia. Ma questo paradigma - sottolinea Lloyd - inizia a scricchiolare quando si affronta il problema della complessità. L'idea di un universo come un computer che elabora incessantemente se stesso, invece, potrebbe aiutare a superare lo scoglio della complessità, e a risolvere alcuni problemi su cui la scienza di oggi sembra essersi arenata.Il modello computazionale, tanto per fare un esempio, potrebbe dare una spinta decisiva a risolvere l'enigma della teoria quantistica della gravità, che nonostante gli sforzi di migliaia di teorici non rientra ancora in una descrizione coerente delle quattro forze della natura. Ma potrebbe spingersi anche più in là, sostiene il suo ideatore, fino a illuminarci sull'origine della vita. A molti la teoria di Lloyd potrà sembrare eccessivamente visionaria e ambiziosa, ma l'idea dell'universo-computer ha un fascino innegabile. E questo libro ne esplora le più straordinarie conseguenze. Nascondi
Traduttore: Luigi CivalleriCuratore della serie: Marco Cattaneo
Lingua: ItalianoNumero di pagine: 202Formato: Paperback Altre lingue: mostra
ISBN-10: A000129058Data di pubblicazione: 01/07/2008Edizione 1

http://www.anobii.com/books/Il_programm ... c0a86b9771
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13378
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

  • Condividi su
  •   Aiuta ad aumentare la popolarità di BroomGulf condividendo la pagina!
    Condividi su Facebook

Il metro del mondo - Denis Guedj

Messaggioda Bron ElGram » martedì 3 luglio 2018, 19:34


Immagine

Il metro del mondo
Denis Guedj

Traduttore: M. Raggini
Editore: Longanesi
Collana: La lente di Galileo
Anno edizione: 2004
In commercio dal: 13/05/2004
Pagine: 336 p., Brossura
EAN: 9788830419322

Descrizione
Nell'agosto del 1788 Luigi XVI, ancora per poco Re di Francia, convoca gli Stati generali. Il regolamento permette alle assemblee elettorali, rappresentanti la nobiltà, il clero e il popolo, di far pervenire al re le proprie doglianze e aspettative. Fra le altre emerge la diffusa richiesta di uniformare le misure sull'intero territorio del Regno, fino a quel momento sottoposte alla discrezione dei signori locali. È una richiesta di uguaglianza, come le tante che danno origine alla Rivoluzione e che l'assemblea si incarica di esaudire. Viene definito un sistema di misure basato su un'unità desunta dalla Natura: si misurerà un quarto di Meridiano e la sua decimilionesima parte sarà il metro.
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13378
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

Atlante illustrato di filosofia pratica da tenere sempre sul

Messaggioda Bron ElGram » domenica 8 luglio 2018, 11:31


Immagine

Atlante illustrato di filosofia pratica da tenere sempre sul comodino per ricalcolare il percorso

Copertina flessibile: 288 pagine
Editore: Edizioni del Baldo (1 aprile 2017)
Collana: Grandi libri
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8867216724
ISBN-13: 978-8867216727
Peso di spedizione: 780 g

La storia della filosofia è la storia del pensiero dell'uomo e delle condizioni storiche ed esistenziali dei singoli pensatori. questo volume si propone di ripercorrere in modo semplice e chiaro le tappe principali dello sviluppo del pensiero filosofico, e si rivolge a chi la filosofia ha voglia di scoprirla e di meravigliarsi ancora.
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13378
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

Filosofia (Sintesi Vallardi)

Messaggioda Bron ElGram » domenica 8 luglio 2018, 11:34


Immagine


Filosofia (Sintesi Vallardi)

SBN 10: 8811914027 ISBN 13: 9788811914020
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13378
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

I filosofi e le opere.

Messaggioda Bron ElGram » domenica 8 luglio 2018, 11:36


Immagine

I filosofi e le opere.

Copertina flessibile: 400 pagine
Editore: Principato; Seconda edizione edizione (24 maggio 1995)
Lingua: Italiano
ISBN-10: 8841637668
ISBN-13: 978-8841637661
Peso di spedizione: 422 g
Avatar utente
Bron ElGram
Site Admin
Site Admin
 
Posts: 13378
Iscritto il: giovedì 3 gennaio 2013, 15:50

PrecedenteProssimo

Torna a 0. Carteggi Generici e THEKE

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti